ATTENZIONE: Questo sito impiega diversi tipi di cookies. Alla pagina MAGGIORI INFORMAZIONI è possibile avere informazioni aggiuntive. Cliccando su ACCETTO o continuando a navigare sul sito acconsenti al loro utilizzo.
<gennaio 2022>
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456

Cronache - 27-11-1994 Lazio Roma 0-3 - BalboCappioliFonseca!


Pubblicato il 06/02/2021
Letto 574 volte





Forse la più bella vittoria di Carletto Mazzone alla guida della Roma. Una vittoria contro una squadra fortissima, costruita su fondamenta poco raccomandabili, che si apprestava a diventare la Lazio più forte di sempre: un attacco formato da Signori, Boksic e Casiraghi metteva paura, soprattutto perchè era guidato dal boemo Zeman.

La squadra giallorossa partiva nettamente sfavorita, e come spesso accade nei derby, il pronostico venne ribaltato. 

Fischio d'inizio dell'arbitro Boggi, e dopo due minuti ecco il gol di Balbo. Scatto sulla fascia destra di Fonseca, cross al centro, sbuca l'argentino in mezzo a tre difensori laziali e insacca. Corsa verso la sud in delirio e Lazio frastornata. 

Vorrei spendere un paio di parole su Balbo: l'ho conosciuto alla scuola elementare di mio figlio, dove andavano anche i suoi bambini. Una persona così umile e semplice che non puoi non amare. Non ricordo un solo episodio spiacevole nella sua carriera, ricca di gol. Un uomo vero, con la U maiuscola, che si è fatto amare ovunque fosse andato.

Palla al centro e si ricomincia. La Roma domina la partita con tutti i suoi giocatori in gran forma, guidati da uno splendido quanto elegante Giannini. Moriero è un furetto e al 25' fa un numero stupendo: dribbling secco con cui scarta due avversari, triangolo con Balbo, cross al centro su cui si avventa Cappioli che insacca il 2-0. Che bello vedere la Roma giocare così bene, che bello vedere i giocatori così consapevoli della propria forza e al tempo stesso così rilassati mentalmente. In queste condizioni si può battere chiunque.

Il secondo tempo inizia con la Roma ancora in pieno controllo, e dopo soli sei minuti, un rimpallo su tiro di Balbo favorisce il Principe che si allarga sulla sinistra e fa partire un cross delizioso, morbido, che scavalca tutta la difesa laziale e girando su una parabola perfetta, atterra precisissimo sulla testa di Fonseca che insacca il 3-0! L'uruguagio non capisce più niente, si toglie la maglietta e con essa anche la canotta, a mostrare al pubblico un petto pieno di peli (cosa rara da vedere oggi...)

Per chiudere una nota romantica: in panchina un ragazzino di nome Totti. Nel filmato si vede chiaramente il suo abbraccio a Cappioli dopo il 2-0, e il suo sorriso che esprime meglio di ogni cosa il suo amore per i colori giallorossi,



 

Notifiche